Videografia

 

Abiectio Animi è un cortometraggio sul delicato tema della depressione. L’assenza di suono è una scelta registica volta a enfatizzare il ‘non sentire’ di chi è depresso, così come i colori freddi rappresentano la ‘freddezza’ che prova il malato. Gennaio 2022

 

Omertà è prima una coreografia di Arianna Ilardi del 2014, poi video dal 2015. Tra i riconoscimenti – III posto al Concorso Coreografico Città di Bolzano 2014 – Liquid Cities 2014, N.Y., U.S.A. – Biennale di Genova 2015 – MIDEX (Milano Danza Expò) 2015 – Finalista MondoDonna Reg. Emilia-Romagna 2021 – Selezionato Circuiti Dinamici, MI, 2021 – Selezionato Albino in Arte, Albino (BG), 2021 – Selezionato Parma International Film Music Festival, (PR), 2021 – Finalista Emerging Artists Film Festival (Canada), 2021 Vincitore del Tagore Film Festival Dicembre 2021 per capacità eccezionali.Vincitore del Dreamz Catcher IFF 2022.

 

Disobey è un video musicale del regista Giovanni Bucci, girato tra gli Stati Uniti e l’Umbria. Arianna Ilardi è stata come performer nel ruolo della Gatta. La maschera che indossa è del premio Oscar Manlio Rocchetti. Montato negli Stati Uniti, tra il 2018 e ora ha vinto il Prisma Film Festival (ROMA), finalista Hollywood Reel Film Festival e Los Angeles Film Festival e molti altri Festivals.

 

Crucified Society è un video musicale per Badas Band (UD) per il quale Arianna Ilardi è stata chiamata a curare le coreografie e interpretarle. Produzione: Lucerna Films, 2019

 

L’ordine naturale delle cose è un video nato durante il Laboratorio di Fotografia di Scena con il Fotografo di Danza Luca Di Bartolo (ex Maggio Danza, Teatro Massimo di Palermo etc.) E’ interessante perché è l’unico girato da un videomaker solo di Danza.

 

A. Ilardi 174 Scarzi

A. Ilardi 174 Scarzi

Tra gli altri video si ricordano La curva di Lesmo per un gruppo rock prog con la regia di Lucio Basadonne e i lungometraggi L’arte del Fauno (regia F. Giovinazzo, ruolo La sirena) recentemente pluripremiato, Terror Take Away (regia A. Bogo con il doppio ruolo La moglie dell’assassino e La stupida) che ha ottenuto riscontri negli Stati Uniti e Un destino ridicolo (regia D. Costantini con il doppio ruolo La ragazza borghese e La prostituta).

Inoltre va ricordato ‘Uno di noi‘ del regista Gino Versetti, che ha ottenuto vari premi, il più importante dei quali rimane Miglior cortometraggio XVII Genova Film Festival.